Clima a Parigi

Come cambia il clima a Parigi con il variare delle stagioni: temperature, ore di luce e piovosità. Una piccola guida per aiutarvi a scegliere il periodo migliore per la vostra vacanza.

Grazie alla vicinanza con il mare, Parigi è caratterizzata da un clima estremamente variabile, una via dimezzo fra quello oceanico e quello continentale.

 

Inverno a Parigi

Chi ha scelto Parigi nei mesi invernali ha dovuto affrontare un freddo pungente e quella fastidiosa umidità che penetra nelle ossa. Infatti l’inverno nella capitale francese è freddo e piovoso con temperature che scendono sovente sotto lo zero.

Le ore di luce a disposizione per visitare la città sono molto poche e quando cala il buio le temperature si abbassano molto, rendendo difficile godersi le passeggiate serali.

In compenso l’atmosfera nei mesi freddi è particolarmente suggestiva, specialmente a ridosso delle festività natalizie, quando la città risplende con le luminarie e le vetrine addobbate.

 

Primavera ed estate a Parigi

La primavera parigina è particolarmente piovosa e fresca: solo da maggio in poi iniziano a rialzarsi le temperature e il tempo comincia a stabilizzarsi.

In compenso l’estate regala giornate calde e caratterizzate da molte ore di luce: nel mese di luglio potrete godervi magnifiche serate con luce fino alle 22!

Da giugno a settembre troverete le temperature migliori che rendono gradevoli le passeggiate serali e le cene all’aperto.

 

Autunno a Parigi

Settembre e ottobre sono i mesi migliori per visitare la capitale in autunno: a partire da novembre infatti si registrano significativi abbassamenti delle temperature.

In particolare consigliamo il mese di ottobre per pianificare un viaggio in questa stagione: perdurano belle giornate dal sole ancora tiepido che accende i colori autunnali lungo i viali.