Il Castello di Versailles

Senza badare a spese, il Re Sole chiamò i migliori architetti, artisti e artigiani per realizzare un vero capolavoro barocco riccamente decorato e arredato.

Questo immenso palazzo ospitava non solo la famiglia reale ma anche tutta la corte composta da circa 6000 persone.

Sfoderando tutte le risorse a disposizione e senza badare a spese, il Re Sole chiamò a lavorare a questo ambizioso progetto i migliori architetti, artisti e artigiani che realizzano un vero capolavoro barocco ampliando e arricchendo la precedente palazzina di caccia.

Vennero aggiunti colonnati, cortili e terrazze creando una reggia spettacolare dotata di tutti i comfort per l’epoca.

Gli interni

Le sale riccamente decorate e le camere dove si svolgeva la vita quotidiana della corte e della famiglia reale sono estremamente interessanti per ammirare uno spaccato di storia.

Da non perdere

  • Camera da letto della Regina: tutti i momenti della vita della sovrana erano scanditi dalla presenza di spettatori.
  • Camera da letto del Re: anche tutte le attività del sovrano erano pubbliche. Il risveglio e al coricarsi erano presenti mediamente 150 persone.
  • Galleria degli Specchi: questo salone sfarzoso lungo 70 metri è forse una delle parti più famose del palazzo, adibita a sala da ballo e di cerimonie importanti come la firma del Trattato di Versailles nel 1919.
  • Salone della Guerra: riccamente decorato con immagini che glorificano la figura del Re.
  • Sala del Consiglio: qui il sovrano riceveva i ministri in base all’agenda di governo.
  • Salone di Diana: questa stanza era un luogo ricreativo per il sovrano circondato da pareti e soffitto raffiguranti la Diana, la dea della caccia.
  • Cappella reale: una magnifica cappella a due piani per suddividere rigidamente i membri della famiglia reale dai cortigiani.
  • Il palazzo ospitava anche un teatro, l’Opera Royale, per consentire una visione privata delle opere in scena all’epoca.
  • Salone d’Ercole: come l’adiacente Salone di Apollo, questa stanza veniva utilizzata per ricevere i cortigiani ed era decorata con cicli di affreschi delle imprese dell’eroe mitologico.
  • La biblioteca reale era amata dal re che prediligeva libri dedicati alla geografia.

Gli esterni

Tutta la struttura del palazzo è molto interessante da vedere e alcune sue parti non da non perdere:

  • la cancellata d’onore è originale ed è la porta di accesso al palazzo
  • la Cour de Marbre: un magnifico cortile ornato da balaustre, urne e busti.
  • Nel cortile si trova anche l’orologio di Ercole e Marte